blank

Mentre siamo ancora nel bel mezzo del lancio della rete mobile 5G in molte parti del mondo, i giganti della tecnologia si stanno già unendo per lavorare sulla tecnologia della rete mobile 6G. Apple e Google hanno entrambi aderito alla Next G Alliance, che dovrebbe guidare la ricerca e lo sviluppo del 6G in tutto il mondo. Apple e Google si uniscono a Samsung, Nokia, Facebook, Qualcomm, Intel, Ericsson, AT&T, Cisco, TMobile e Verizon, solo per citarne alcuni.

Una partnership per arrivare ad unico obbiettivo, la rete 6G.

Si prevede che il 6G sarà in grado di spingere l’inviluppo della velocità di picco dei dati vicino al segno di 1000 Gbps riducendo al contempo la latenza a 100 microsecondi. La Next G Alliance è stata lanciata ad ottobre per sviluppare una roadmap 6G e spingere le aziende tecnologiche nordamericane a guidare l’adozione del 6G in tutto il mondo.

Ciò avviene quando le aziende tecnologiche cinesi, tra cui Huawei, sono state criticate per aver consentito alle autorità cinesi di ficcare il naso negli utenti di tutto il mondo costruendo backdoor nelle loro apparecchiature di rete mobile 5G. È interessante notare che le grandi aziende tecnologiche e i fornitori di servizi mobili stanno già lavorando allo sviluppo della tecnologia 6G.

“Mentre i paesi di tutto il mondo progrediscono in ambiziose iniziative di ricerca e sviluppo 6G, è fondamentale che l’industria nordamericana si faccia avanti per sviluppare una roadmap collaborativa per far avanzare la sua posizione di leader globale nel prossimo decennio. Il lavoro di Next G Alliance offre proprio questo, dalla ricerca alla commercializzazione, e getta le basi per un vivace mercato per l’innovazione nordamericana nelle future generazioni di tecnologia mobile “, ha affermato Susan Miller, Presidente e CEO di ATIS al tempo.

Ad agosto, è stato riferito che Google è interessata a sperimentare la rete 6G negli Stati Uniti. Questo è secondo i documenti della FCC che suggerivano che i test fossero per “fornire connessioni a banda larga affidabili”.

È stato a luglio che Samsung ha pubblicato il suo white paper per la visione 6G dell’azienda. “Anche se la commercializzazione del 5G è ancora nella sua fase iniziale, non è mai troppo presto per iniziare a prepararsi per il 6G perché in genere occorrono circa 10 anni dall’inizio della ricerca alla commercializzazione di una nuova generazione di tecnologia di comunicazione”, ha spiegato Sunghyun Choi, capo del Centro di ricerca sulle comunicazioni avanzate.

L’azienda ritiene che la standardizzazione degli standard 6G sia importante e prevede la prima commercializzazione delle reti 6G già nel 2028.