Apple, iPhone 13, iPhone 12, zoom, brevetto, render,

Il nuovo iPhone 13 non vedrà la luce prima di settembre ma gli analisti stanno già provando ad immaginare come sarà il nuovo device Apple. Uno degli elementi su cui si concentrerà l’azienda di Cupertino sarà il comparto fotografico.

Secondo un report stilato da Blayne Curtis, analista di Barclays, Apple migliorerà sensibilmente le fotocamere di iPhone 13. Stando alle prime indiscrezioni, il device potrà contare su delle ottiche migliorate e rivoluzionate in tutto.

In particolare, iPhone 13 potrebbe essere dotato di un sensore ultra wide con una apertura focale da ƒ/1.8. Considerando che l’attuale sensore montato su iPhone 12 ha una apertura da ƒ/2.4, il cambiamento è considerevole. Ricordiamo che ad ogni incremento di ƒ corrisponde una riduzione dell’apertura. I nuovi iPhone 13 inoltre potrebbero ricevere anche un upgrade del teleobiettivo. La nuova ottica potrebbe avere una lunghezza focale da 65mm e una apertura ƒ/2.2.

Apple vuole migliorare le fotocamere di iPhone 13

I vantaggi in termini di qualità degli scatti sono evidenti. Una apertura maggiore significa che il sensore può catturare più luce e quindi scattare foto più nitide. Inoltre, si hanno benefici soprattutto quando la luce ambientale e scarsa, quindi con le foto scattate in notturna.

La possibilità che Apple rivoluzioni il comparto fotografico sono molto alte. Infatti già a novembre l’analista Ming-Chi Kuo aveva predetto questo cambiamento. Al momento non è chiaro se la nuova ottica sarà presente su tutti i device o solo su alcuni.

Possiamo ipotizzare che la lente ultra wide di nuova generazione sarà equipaggiata certamente dagli iPhone 13 Pro, lasciando la versione standard priva di questa feature. Sempre secondo gli analisti, a partire dal 2022 invece, le lenti con apertura ƒ/1.8 debutteranno anche sulla versione base di iPhone 14. Ovviamente al momento è troppo presto per parlarne ma è una possibilità in linea con le precedenti scelte fatte da Apple.