Phishing

Di tentativi di phishing parliamo pressoché quotidianamente, ma i metodi per far cadere in trappola gli utenti stanno diventando col tempo sempre più raffinati e mirati, convincendo chi riceve messaggi, mail o chiamate a seguire inconsapevolmente le istruzioni degli hacker.

Complice la diffusione di dati a partire da importanti piattaforme di messaggistica istantanea e social – si veda il caso Facebook, in cui i dati di 35 milioni di account italiani sono in vendita illegalmente tramite un bot di Telegram – gli attacchi dei phishers sfruttano maggiormente le informazioni note circa un determinato utente per riuscire a trarlo in inganno agevolmente.

L’ultima truffa viaggia via WhatsApp, e consiste in un messaggio che avvisa il cliente di modifiche alle condizioni contrattuali della propria linea telefonica.

Phishing, massima attenzione a non seguire le istruzioni di questi messaggi fasulli

Nelle ultime settimane, infatti, gli utenti stanno ricevendo numerosi messaggi informativi inviati tramite WhatsApp in cui si avvisano i clienti di cambiamenti importanti nelle tariffe in uso sul proprio numero, e che per rettificare la propria sottoscrizione alla promozione e all’operatore bisogna cliccare sul link riportato nel messaggio e accedere alla propria area personale.

Ed è proprio qui che si annida la trappola: cliccando sul link in questione si viene reindirizzati in una pagina che somiglia in tutto e per tutto a quelle dei siti dei vari operatori, in cui si richiedono i dati per l’accesso e le coordinate del conto per confermare l’identità e bloccare le transazioni. Mai inserire queste informazioni: possono arrivare direttamente ai phishers, che così le sfruttano per prosciugare il vostro conto corrente.

Massima allerta, dunque, a preservare il dubbio qualora vedeste in arrivo su WhatsApp messaggi di questo genere.