Vodafone vuol fare del 2021 l’anno del 5G. Nel corso dei prossimi mesi, il provider inglese andrà a investire in maniera ancora più decisa sulle reti internet di nuova generazione. L’obiettivo sarà quello di estendere la copertura del 5G in un numero ben maggiore di città, rispetto agli attuali standard.

 

Vodafone, gli investimenti per il 5G ed il futuro sacrificio per il 3G

L’attenzione sul 5G porterà Vodafone a rivedere, almeno in parte, la sua strategia in termini di infrastrutture ed investimenti. Da tempo, ad esempio, si parla di un processo indirizzato verso la dismissione del 3G. Per far spazio alle linee 5G – oltre che alle affidabili reti 4G e 4,5G – la compagnia inglese a breve potrebbe rinunciare alle linee 3G.

Il progetto di Vodafone è stato delineato già dagli sviluppatori e dai dirigenti attraverso una timeline diramata negli scorsi mesi. In un primo momento, sembrava sempre più plausibile l’abbandono di Vodafone al 3G già nell’ultima fase del 2020. Tuttavia, le tempistiche sono state parzialmente riviste.

Considerate anche le emergenze dettate dalla pandemia ed i relativi tempi dilatati per la sperimentazione del 5G, Vodafone ha allungato leggermente la vita del 3G. Allo stato attuale, gli investimenti sulle reti internet di vecchia generazione sono assicurati sino al prossimo 28 Febbraio. Dopo questa data, potrebbe esserci un progressivo disimpegno da parte dell’operatore britannico.

La conclusione della stagione del 3G non comporterà a grandi cambiamenti concreti per gli abbonati di Vodafone. Per potenziare la copertura del segnale, in maniera speculare ai lavori sul 5G, Vodafone interverrò anche per migliorare le attuali reti 4G.