Postepay: il nuovo messaggio phishing mette in pericolo gli utenti

Purtroppo capita sempre più assiduamente che gli utenti accollino la colpa di determinate problematiche agli istituti bancari. Per chi non l’avesse ancora capito, ci riferiamo palesemente alle tante truffe che arrivano sui conti correnti e sulle varie carte. Poste Italiane ad esempio, si ritrova spesso vittima di calunnie e insulti da parte dei suoi utenti, i quali credono che le truffe siano favorite da scarsi sistemi di sicurezza.

Le Postepay e tutti gli altri supporti elettronici forniti dal colosso sono però sicuri al 100%. Coloro che finiscono per cadere nelle truffe pertanto dovrebbero sapere di esserne i principali colpevoli. Purtroppo i tentativi di phishing funzionano proprio così, ingannando gli utenti lasciandogli credere che il messaggio in arrivo provenga proprio da Poste italiane. Lo scopo è quello di far credere di aver perso i dati del cliente, in modo da farglieli reinserire. In seguito si procederà dunque a svuotare il conto o parte di esso.

 

Postepay: gli utenti ora rischiano con il nuovo messaggio che nasconde la truffa phishing

Gentile Cliente,

Ti comunichiamo la modifica delle Condizioni Generali del Servizio di Identità Digitale “PosteID abilitato a SPID” nella nuova versione.

Cosa cambia per te?

  • Il servizio base, cosi come descritto nelle Condizioni Generali del Servizio, è gratuito per le persone fisiche. Non ci sono modifiche per quanto riguarda le funzionalità e l’utilizzo dell’Identità Digitale.
  • Eventuali future modifiche alle Condizione Generali del Servizio saranno rese note ai Titolari, con congruo anticipo, tramite apposita informativa sul Sito o in Bacheca o con ulteriori canali o modalità che Poste ritenesse di adottare.

RICORDA CHE,

Non puoi più utilizzare la tua carta PostePay se non accetterai le modifiche contrattuali. Inoltre abbiamo bisogno della tua collaborazione, dovrai aggiornare le informazioni del tuo profilo online entro 48 dalla ricezione di questa comunicazione.

PROCEDI CON L’AGGIORNAMENTO