blank

Dopo l’attesissimo ritorno della saga di Half Life con il capitolo Half Life: Alyx, rilasciato l’anno scorso in modalità single player ed esclusivamente con supporto alla realtà virtuale, i fan non fanno altro che chiedersi quali siano i piani di Valve per il futuro del titolo. Senza dubbio Half Life: Alyx ha creato un punto di riferimento per il settore della realtà virtuale, grazie anche ad una storia avvincente, continuo della famosissima saga, che lo farà passare alla storia come uno dei giochi pionieri di questa nuova tecnologia.

Sono tutti appesi alle dichiarazioni rilasciate da Gabe Newell, uno dei soci che nel 1996 investì nella creazione di quella che sarebbe diventata una della aziende di videogiochi più importanti al mondo: Valve. Fu in quel lontano 1996 che nacque la leggenda di Half Life, e dopo oltre 20 anni siamo ancora qui a parlarne, in attesa di un capitolo leggendario di cui si sa poco o nulla.

 

Half Life 3: ci sono prospettive all’orizzonte?

Negli ultimi tempi il diretto interessato e Valve si sono schierati a favore di CD Project RED, azienda produttrice del capolavoro Cyberpunk 2077, difendendo il suo operato e le critiche spietate degli utenti, causati dai bug che affliggevano le prime versioni del gioco.

Su questa linea ci sono state altre dichiarazioni relative al rilascio di nuovi giochi da parte di Valve. E tutto questo non è passato inosservato, soprattutto dai fan più appassionati, sempre alla ricerca di indizi e possibili informazioni sul Sacro Graal del mondo videoludico.

Come sempre si è rimasti sul vago, anche se un progetto in codice soprannominato Citadel ha attirato l’attenzione di tutti. A detta di Newell sono tanti i progetti in sviluppo in casa Valve, e lo stesso vale per i nomi in codice con cui vengono etichettati alcuni prodotti. Di conseguenza non ci resta altro che aspettare e sperare come sempre che questi progetti per Half Life siano realmente in fase di sviluppo, soprattutto dopo l’annata incredibile del 2019-2020.