Carta di identità
Non solo è più comoda da tenere in tasca o nel portafoglio, ma può essere una valida alternativa allo Spid. Si chiama Cie ed è la nuova Carta di identità elettronica che può essere utilizzata per accedere ai servizi digitali della Pubblica Amministrazione.

 

La nuova Carta di identità elettronica può essere un’alternativa allo Spid

Inps, Agenzia delle Entrate, Fisco e Immuni sono alcuni dei servizi della Pubblica Amministrazione che offrono servizi digitali volti a semplificare le trafile burocratiche di una volta. Ormai molte pratiche si possono richiedere, compilare ed eseguire comodamente da casa. Una cosa indispensabile per potervi accedere era lo Spid, ovvero le credenziali fornite da gestori abilitati di identità. Attivabile gratuitamente o a pagamento è la chiave di accesso ai sistemi digitali dei servizi per il cittadino.

Tuttavia c’è un’alternativa allo Spid ed è la nuova Carta di identità elettronica. Questo nuovo documento sta pian piano sostituendo il vecchio cartaceo. Finalmente da un po’ di anni anche in Italia si stanno aprendo le porte alla digitalizzazione.

Sorge spontanea una domanda. Perché gli utenti potranno utilizzarla al posto dello Spid? Molto semplicemente perché quando viene rilasciata dai comuni contiene un codice Pin che permette al cittadino di accedere a diversi servizi online degli Enti Pubblici.

 

Come richiedere il nuovo documento di identità e come utilizzarlo

La nuova Carta di identità elettronica è uno strumento innovativo che concentra in un unico prodotto diversi servizi. Primo fra tutti e per cui nasce questo documento è l’identità del soggetto. Poi include anche una chiave di accesso ai servizi telematici e infine un sistema rapido per accedere ai diversi servizi per il cittadino.

Si può avere facendone richiesta al proprio comune di residenza se il vecchio documento è scaduto o scadrà tra 6 mesi. Oppure se è irreparabilmente distrutto e a seguito di una denuncia per furto o smarrimento.

Una volta in possesso della nuova carta di identità, l’utente avrà a disposizione un pin di 8 cifre con il quale potrà accedere all’area di autenticazione dell’Agenzia delle Entrate e dell’Inps. Basterà cliccare “Entra con Cie” e il cittadino potrà consultare la sua situazione contributiva e fiscale. Inoltre potrà fare direttamente richiesta di rateizzazione dei debiti con il Fisco.

Cosa importante e indispensabile è scaricare sullo smartphone un’applicazione che permette l’autenticazione sicura dell’identità tramite Carta di identità elettronica. Altrimenti si può acquistare un lettore specifico per della carta.