Quante volte avete sognato di non dover fare la spola fra app di messaggistica differenti per rispondere ai vari messaggi in chat? Quanto avete desiderato che esistesse un unico luogo virtuale a raggrupparle tutte, rimuovendo efficacemente le notifiche da ogni social?

Oggi quel software esiste, e si chiama Beeper.

Un’app che aggrega ben 15 piattaforme: WhatsApp, Telegram, Messenger, Instagram, iMessage, Android Messages, Twitter, Slack, Hangouts, Skype, Irc, Matrix, Discord e Signal. All’appello mancano WeChat e Line, molto popolari in Asia, ma che presto potrebbero essere incluse nel computo della già enorme lista di app.

Beeper, mai più doversi dividere tra piattaforme diverse per rispondere ai messaggi

La nuova app si ottiene su richiesta, ma a breve sarà anche disponibile al download nell’ambito di Android, macOS, iOS, Windows e Linux: basta registrarsi inserendo i propri dati e offrendo il consenso a tutte le app che si intende collegare al software. E il gioco è fatto: tutto sarà sincronizzato e confluirà in un’unica piattaforma.

L’idea parte dal creatore di Pebble, Eric Migicovsky, che nel 2013 riuscì a raccogliere fondi per costruire uno dei primi smartwatch e nel giro di appena un anno riuscì a venderne ben 1 milione di pezzi. Parlando del lancio su Twitter, lo stesso Migicovsky ha commentato che il grande vantaggio offerto dall’app “convince a non tornare indietro”.

Al momento, per usufruire del servizio è fissato un costo di 10 dollari all’anno, ma vale davvero la pena ottenerla per le funzioni e per i bonus inclusi. Inoltre, si ha l’enorme vantaggio di monitorare premendo su una sola icona tutte le conversazioni distribuite nelle varie app.