Tim

Alcuni clienti di TIM mettono sotto accusa il provider a causa di alcuni problemi inerenti il credito residuo. La natura delle proteste del pubblico nasce dalle conseguenze di un servizio di TIM chiamato “Sempre Connesso”. Da alcune settimane, il provider ha introdotto questa novità sui profili che hanno una ricaricabile attiva e metodo di pagamento con credito residuo.

 

TIM, questo il servizio incriminato per il saldo in rosso

La caratteristica del servizio Sempre Connesso è molto semplice. La funzione è indirizzata verso la continuità dei consumi. Alla scadenza della propria ricaricabile di riferimento, in caso di mancanza di credito per il rinnovo della promozione, TIM provvederà ad attivare in automatico consumi senza limiti. 

Con Sempre Connesso, alla scadenza della promozione, i clienti TIM potranno quindi beneficiare di telefonate, SMS ed internet senza limiti. Il prezzo sarà di 0,90 euro per una giornata. Possibile anche la proroga ulteriore dei consumi per una seconda giornata. Il prezzo, anche in questo caso, sarà di 0,90 euro. Al terzo giorno, dopo la scadenza della ricaricabile, i consumi saranno bloccati.

Nella totalità delle due giornate, il costo totale di Sempre Connesso si attesta sui 1,80 euro. Il credito sarà detratto direttamente da TIM nel momento della prima ricarica utile. La mancanza di saldo denunciata da alcuni clienti dell’operatore italiano nasce proprio dalle caratteristiche del servizio Sempre Connesso. 

Ricordiamo che, come evidente dalle sue peculiarità, la novità di TIM sarà attiva solo per i profili ricaricabili con pagamento via credito residuo. Sempre Connesso non è previsto invece per chi utilizza la Ricarica Automatica.