Sistema solare

Il Sistema solare è un sistema planetario costituito da una varietà di corpi celesti mantenuti in orbita dalla forza gravitazionale del Sole. All’interno di questo sistema si trova anche la Terra. Ma come ha avuto origine questo immenso sistema planetario?

Sono numerose le ipotesi avanzate fino ad oggi da molti gruppi di scienziati nel corso dei decenni. Ma oggi, una nuova ipotesi sembra abbia ricevuto qualche conferma. Questa ipotesi è quella secondo la quale il Sistema solare si sarebbe formato in due tappe. A riprova di ciò ci sono dei nuovi dati ed una simulazione in grado di spiegare quanto postulato da un gruppo di scienziati dell’Università di Oxford coordinati da Tim Lichtenberg. I risultati del loro lavoro sono stati pubblicati sulle pagine della celebre rivista Science.

Sono (forse) due le fasi che hanno condotto alla formazione del Sistema solare

Secondo gli studiosi britannici il Sistema solare interno si è formato prima ed è più asciutto rispetto a quello esterno che si è formato più tardi ed è più umido. Queste due parti del sistema sono diverse perché deriverebbero da due percorsi evolutivi diversi. Inoltre alcune recenti osservazioni sui dischi di polveri e gas che si formano intorno alle stelle appena nate hanno mostrato che nella regione del disco dove nascono i pianeti possono esserci livelli di turbolenza molto alti. Tali livelli sarebbero così elevati da far sì che le interazioni tra i grani di polvere nel disco e l’acqua possano innescare due esplosioni di formazione di mattoni di pianeti.

Per dimostrare questa ipotesi gli scienziati hanno eseguito una simulazione sulla formazione del Sistema solare. Essi così hanno mostrato che, effettivamente, la differenza tra i pianeti rocciosi interni e quelli gassosi esterni si può spiegare solo ipotizzando la nascita di questi pianeti da due fasi diverse. Si tratta di una ipotesi che apre sicuramente nuove strade per comprendere le origini delle atmosfere di pianeti simili alla stessa Terra.

FONTEScience