cucina

L’intelligenza artificiale (AI) è una disciplina che studia i fondamenti teorici, le metodologie e le tecniche che consentono la progettazione di sistemi hardware e sistemi di programmi software capaci di fornire all’elaboratore elettronico prestazioni che sembrerebbero essere di pertinenza esclusiva della mente  e dell’intelligenza umana. Ormai l’AI ha trovato applicazione in molti ambiti: dall’elettronica all’ingegneria, dalla microscopia sino alla medicina. Sembra che però le sorprese non siano finite qui perché anche in cucina l’intelligenza artificiale potrebbe condurre ad incredibili novità.

Una ricercatrice di Google ha infatti fatto ricorso all’intelligenza artificiale per sperimentare nuove ricette di dolci e biscotti. La cucina potrebbe subire davvero una incredibile rivoluzione e la prima novità ha già un nome: cakie. Si tratta di un alimento che è, allo stesso tempo, un po’ torta e un po’ biscotto ed è stato ideato proprio dall’AI di Google. Sara Robinson, la programmatrice di Google, nello specifico, ha provato a reinterpretare le sue ricette preferite alla luce delle proprie straordinarie competenze informatiche.

Così ecco che la scienziata ha utilizzato l’AI per classificare centinaia di ricette di pane, torte e biscotti in base al mix di ingredienti utilizzati. Dopo l’addestramento il sistema di AI era in grado di analizzare l’elenco degli ingredienti di una ricetta e stabilire se il prodotto finale sarebbe stata una forma di pane, una torta o dei biscotti. In cucina dunque la tecnologia potrebbe occupare un posto di rilievo anche per la capacità di combinare ricette per realizzare cakie, breakie e molto altro ancora. Potremmo dunque davvero dire addio alle tradizionali e gustosissime ricette della nonna?