Carte di Credito

Negli ultimi anni il pagamento con carte di credito elettroniche è in costante aumento. Molti trovano davvero comodo poter viaggiare senza troppi contanti. Non solo non è necessario controllare il resto dopo un pagamento, ma è anche più sicuro pagare in modo elettronico. È però più recente la diffusione delle carte di credito revolving. Ecco cosa sono, quando possono essere utili e come averne una.

 

Le carte di credito revolving: un nuovo modo di pagare

Molti hanno sentito parlare di carte di credito revolving, ma diversi si chiedono cosa sono e di quale utilità siano. In sostanza questa formula permette di pagare con carta di credito rateizzando la somma spesa di uno o più pagamenti. Tuttavia questi importi prevedono una quota di interesse proporzionata al numero di rate. Più si dilaziona il pagamento e più il tasso degli interessi cresce. Questo a seconda delle condizioni contrattuali in essere con il fornitore.

Le carte di credito revolving risultano quindi molto vantaggiose per chi non è in grado di sostenere una spesa importante in una volta sola. Solitamente sono le società finanziare del credito a consumo che propongono soluzioni di questo tipo. Oggi però molti banche includono nella carta di credito questa opzione se l’importo supera una certa cifra prestabilita prendendo spesso il nome di “pago flex”.

Quindi non è difficile poter accedere a questa formula. Infatti qualunque utente recandosi presso la propria banca o chiamando il servizio clienti può chiedere maggiori informazioni e farsi consigliare la soluzione migliore.

 

Quanto può essere utile e conveniente pagare a rate

In tutte le cose esistono pregi e difetti e questo vale anche per le carte di credito revolving. Uno dei vantaggi per diverse famiglie sta nel poter spalmare la spesa nel tempo così da mantenere un portafoglio per le emergenze. Lo svantaggio, se così si può chiamare, è che queste formule di pagamento sono soggette a interessi. Questi sono importi prestabiliti che vengono distribuiti nelle rate da pagare. Il TAN comprende gli interessi da pagare sugli importi finanziati, il TAEG invece è l’insieme dei costi di gestione.

Pagare con queste formule è molto comodo e veloce e tutte molte includono la modalità contactless che di questi periodi rende più igienico ogni acquisto.