Purtroppo non sono terminate le problematiche dell’operatore virtuale di Vodafone, ho.Mobile che, dopo l’hackeraggio dei dati di 2.5 milioni di utenti, ora ha difficoltà con le portabilità in uscita.

In particolare per coloro che stanno richiedendo la portabilità del numero verso altri operatori anche per via della vicenda del data breach. Scopriamo insieme tutti dettagli.

 

ho.Mobile è in ritardo con le portabilità in uscita

Purtroppo rimangono i ritardi anche di diversi giorni nella conclusione delle pratiche di MNP, mentre in alcuni casi può essere rifiutata dopo il cambio del seriale della SIM. ho. Mobile, operatore virtuale di VEI, società controllata al 100% da Vodafone Italia, è stata coinvolta suo malgrado nell’illecita sottrazione da parte di ignoti dei dati anagrafici e dei dati tecnici della SIM, tra cui il seriale ICCID, di una parte dei suoi clienti, confermata ufficialmente dall’operatore stesso lo scorso 4 Gennaio 2021.

Nonostante l’operatore abbia dato sin da subito la possibilità di sostituire gratuitamente la propria SIM, uno dei rimedi consigliati per prevenire eventuali truffe, come ad esempio la tecnica del SIM Swap, molti clienti ho. Mobile hanno deciso di cambiare del tutto operatore richiedendo la portabilità del proprio numero verso un altro provider, prevenendo anche in questo modo l’utilizzo illecito del precedente seriale ICCID.

Facendo il punto della situazione a 10 giorni dalla comunicazione ufficiale di ho. Mobile, nonostante i rallentamenti alcuni clienti sono riusciti a finalizzare correttamente le proprie richieste di portabilità in uscita. In altri casi invece, come segnalato da diversi clienti ho. Mobile sui social dell’operatore, ma anche sulle pagine degli operatori a cui avevano richiesto la portabilità, il processo di MNP verso altro operatore sta subendo dei ritardi.