In seguito al particolare brevetto di Samsung circa la fotocamera sotto il display e l’arrivo di ZTE Axon 20 5G, anche il colosso cinese Huawei ha tra le mani qualcosa di molto interessante.

In queste ultime settimane ci siamo ritrovati spesso a parlare di brevetti che hanno come protagonisti smartphone caratterizzati da sensori selfie integrati all’interno del display. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

Huawei: il nuovo brevetto mostra il nostro smartphone ideale

Il colosso Huawei, nel mese di maggio, ha avanzato una richiesta di brevetto allo CNIPA (China National Intellectual Property Administration), per quanto riguarda uno smartphone di fascia alta con fotocamera selfie nascosta sotto il display e le icone di stato direttamente integrate all’interno della sottile cornice superiore.

Dal disegno della porzione frontale dello smartphone possiamo facilmente riconoscere alcune icone piuttosto familiari come l’orario, la percentuale della batteria e la potenza del segnale della componente cellulare – in questo caso gli schizzi presenti nel brevetto svelano che si tratterebbe di uno smartphone dotato di connettività dual SIM. Il retro di questo smartphone è tanto particolare quanto la porzione frontale, almeno per quanto riguarda la dimensione del modulo fotografico.

Dal brevetto è possibile notare un modulo decisamente imponente, grande quasi fino a coprire la metà superiore del device, con quattro sensori ottici e quello che sembrerebbe essere il flash LED dual tone. Non è chiaro se il device raffigurato in questo brevetto faccia riferimento ad uno smartphone appartenente alla serie “P” o “Mate” di Huawei, ma è invece piuttosto chiaro che il colosso cinese non ha timore di sperimentare e immaginare un dispositivo davvero unico nel suo genere.