Monete

Quanti bambini hanno conservato quelle piccole monete, regalo di una persona cara, pensando portassero fortuna. Poi, una volta diventati grandi, sono andate buttate o nelle migliori delle ipotesi, dimenticate. E questa è proprio la migliore delle ipotesi, perché ci sono alcune vecchie Lire e alcuni Euro davvero rari che oggi possono valere una fortuna. O se non altro parecchi Euro.

 

Monete in Euro che ieri non valevano niente mentre oggi sono preziose

Alcune monete potrebbero regalare un lieto fine a molti che con cura le hanno conservate. Infatti ci sono pezzi davvero rari che oggi valgono parecchi soldi. Tuttavia, una condizione importante che dà valore al pezzo, è il suo buon stato di conservazione. Inoltre, rispetto a tante che valgono solo quanto indicato sulla “faccia”, se riportano una data particolare, un personaggio o un errore singolare, possono arrivare a valere diverse migliaia di euro. Eccone alcune che da ieri a oggi hanno acquistato valore.

Grace Kelli e i suoi 2 euro. Per celebrare i 25 anni di questa star hollywoodiana naturalizzata monegasca, il Principato di Monaco nel 2007 ha coniato queste monete che oggi potrebbero valere fino a 2.500 euro. Con soli duemila esemplari in tutto il mondo, riporta l’effige della moglie del principe Ranieri. Anche i 2 euro del Vaticano non scherzano. Centomila copie coniate nel 2005 oggi valgono circa 300 euro l’una.

 

Ecco le vecchie Lire che oggi possono rendere ricco chi le ha conservate

Vecchie Lire dimenticate, oggi possono valere migliaia di euro. Se la 5 lire è una di quelle coniate nel 1956, un collezionista potrebbe addirittura offrire più di 2.00 euro. Sono solo 400 gli esemplari di queste monete, forse, ancora in circolazione. Nondimeno, anzi di più, le 10 lire del 1947 raffiguranti un cavallo alato e un ramoscello di ulivo, sono monete che oggi possono valere oltre i 4.000 euro. Ce ne sono tante altre, ma una menzione meritata va alle 2 lire del 1947. Queste monete furono coniate in occasione del trattato di pace al termine della seconda guerra mondiale. Raffigurante una spiga di grano e un contadino al lavoro, questo “soldino” potrebbe valere circa 1.800 euro.

Il mondo del collezionismo è davvero vario e spesso neanche ci si immagina per quali cose una persona sarebbe disposta a pagare cifre astronomiche. Se però di monete vecchie in casa non si vede nemmeno l’ombra, qualcuno potrebbe provare con le sim. Quelle a questo link valgono parecchi soldi.