Nella giornata di ieri, un down ha colpito i clienti TIM compromettendo pesantemente la possibilità di connettersi ad internet fisso ed effettuare contestualmente chiamate da rete fissa. Questa situazione, che ha avuto il suo picco attorno alle 9:20 del 4 gennaio 2021, si è poi risolta nel corso della mattinata grazie alla presa in carico del problema da parte dell’operatore.

A segnalare i disguidi e le lamentele degli utenti ha contribuito il sito Downdetector, una piattaforma capace di raccogliere le segnalazioni inviate dai clienti in tutta Italia ed elaborare una serie di statistiche da offrire al grande pubblico, per evidenziare origine ed estensione dei disservizi.

In tarda mattinata è anche pervenuto il comunicato TIM, in cui si chiariva il motivo della problematica e perché avesse interessato prevalentemente l’area di Milano e dintorni.

TIM down, l’hashtag spopola sul web: ecco cosa è successo ieri mattina

Il motivo del down, che ha interessato circa 300 mila clienti,  è stato spiegato quindi dallo stesso operatore, che nelle dichiarazioni ufficiali ha riferito di “un disservizio ai sistemi di alimentazione elettrica in una centrale telefonica di Milano“. Il problema ha quindi determinato lo “spegnimento di alcuni apparati”.

Ma i tecnici, assicura TIM, sono intervenuti prontamente: hanno reinstradato la rete mobile e provveduto a rimettere in funzione le linee dei clienti business.

Il down ha infatti creato grossi problemi a chi, in questo momento così complesso, sta ancora lavorando in smart working o in home working. Fortunatamente, a lezioni interrotte per via delle vacanze natalizie, gli studenti di tutta Italia non hanno avuto alcun problema nella didattica a distanza.