iphone-apple-smartphone-120hz-display-app-store-cina-ban

Di recente, Apple ha aumentato il prezzo di app e giochi sull’App Store in India ed Indonesia. Ora, l’attenzione sembra essersi spostata in Cina. Nonostante Apple abbia fissato le scadenze e le abbia prolungate, alcuni editori non hanno inviato una licenza in tempo. Ció ha portato la societá a rimuovere migliaia di app, inclusi giochi, dal suo App Store in Cina.

Secondo un rapporto di Reuters, Apple ha rimosso 39.000 giochi dall’App Store in Cina. Questa azione é arrivata dopo aver prolungato i termini di scadenza per l’ottenimento di una licenza fino ad oggi. Per chi non lo sapesse, Apple ha emesso delle linee guida per gli editori per l’invio di un numero di licenza dal governo cinese.

Apple continua la sua lotta nell’App Store

Secondo quanto riferito, ció consente agli utenti di fare acquisti in-app sull’App Store. La scadenza, che inizialmente era fissata per fine giugno, é stata prorogata fino al 31 dicembre. Ad ogni modo, oltre ai giochi, Apple ha rimosso anche altre app portando il numero complesso di app rimosse ad oltre 46000.

Inoltre, anche alcuni giochi come Assassin’s Creed Identity di Ubisoft e NBA 2K20 sembrano essere stati coinvolti. Infatti, secondo Qimai, solo 74 dei 1.500 giochi di maggior incasso sono stati rimossi. In precedenza, Apple è stata oggetto di molte critiche per aver regolamentato un’app per le attivitá di polizia in crowdsourcing sul suo App store durante le proteste di Hong Kong nel 2019.

Ad ogni modo, gli analisti affermano che misure così rigorose indurranno gli sviluppatori a cercare piattaforme alternative supportate da pubblicità, il che non sarà una buona notizia per il gigante di Cupertino.