call center

C’è un numero davvero ampio di truffe che continua a circolare sul web. In questo caso, andremo a parlare di una che miete sempre più vittime, ossia quella telefonica tramite le chiamate dei call center. La tecnica usata è ancora più maligna di quella usata solitamente da chi lo fa tramite mail (phishing), tuttavia, lo scopo è il medesimo: carpire le informazioni personali della vittima.

Ovviamente, con questo si cerca di entrare nelle home banking dei vari utenti, così da svuotare i conti correnti delle persone ignare di tutto ciò. Oppure, si cerca di andare a svuotare tutto il credito residuo. Andiamo a scoprire scoprire nel dettaglio le ultime tecniche usate.

 

 

Truffe Call Center: le trappole poste dagli operatori sono molto efficaci

Nella maggior parte dei casi, queste truffe colpiscono in particolar modo chi è meno attento, come le persone anziane. Però, possono colpire davvero chiunque, quindi è sempre cosa buona e giusta prestare attenzione. Le chiamate vengono fatte in tutta “normalità” da parte degli operatori, i quali si muniscono di cordialità e gentilezza al fine di convincere la vittima a fidarsi di loro.

Verranno poste agli utenti una serie infinita di domande, alle quali dobbiamo dare obbligatoriamente come risposta sì o no. Ed è proprio qui che la truffa entra in atto: i malfattori registrano le nostre risposte, al fine di poterle utilizzare in un secondo momento per svuotare, come detto prima, il nostro credito residuo o addirittura il nostro conto corrente.

Le preoccupazioni intorno a questa truffa crescono sempre di più, ma esiste un modo semplice per difendersi. Per prima cosa, evitate di rispondere a chiamate di questo tipo, le quali spesso sono molto fastidiose ed insistenti. In più, evitate perentoriamente di rispondere con onoalle domande che vi vengono poste, possibilmente usate altri termini.