canone raiL’esenzione da pagamento del canone Rai è un miraggio per molti di noi, una conclusione a cui tutti vorremmo poter giungere, ma che purtroppo resterà lontanissima per tanto tempo ancora. Sono pochissimi gli utenti che, entro il 31 gennaio 2021, potranno chiedere all’Agenzia delle Entrate di non pagarlo legalmente.

La procedura di esenzione non è automatica, se rientrate tra le categorie indicate poco sotto, dovete sapere che dovrete presentare domanda, in caso contrario il sistema continuerà ad addebitarvi le 10 rate mensili del canone Rai 2021 (per un totale di 90 euro circa).

Al netto di quanto indicheremo in seguito, tutti possiamo presentare domanda di esenzione per non possesso di un televisore, ma prestate attenzione, evitate accuratamente di fare i furbi dichiarando il falso; se scoperti, avrete commesso un reato penale, punibile con una pena detentiva, e non una sola ammenda.

 

Canone Rai 2021: le categorie che possono richiedere l’esenzione

Le categorie che possono comunque accedere all’esenzione del canone Rai 2021 sono sostanzialmente un paio, i primi sono coloro che pagano la anche sulla seconda casa, la legge è molto chiara in merito, la tassa deve essere pagata solo una volta a famiglia, di conseguenza non può essere applicata due volte.

Gli altri “fortunati” sono gli over 75, ovvero gli utenti che al momento della presentazione della domanda hanno già compiuto 75 anni, e che presentano un reddito famigliare annuo inferiore agli 8000 euro, in aggiunta ad uno Stato di Famiglia senza altre persone con un reddito proprio.

Per richiedere la totale esenzione dal pagamento del canone Rai del 2021, sarà necessario presentare domanda entro il 31 gennaio 2021