Luna

Da un impatto cosmico verificatosi circa quattro miliardi e mezzo di anni fa tra la Terra e un oggetto delle dimensioni di Marte chiamato Theia, ha avuto origine il nostro satellite, la Luna. Oggi, grazie alle sofisticate tecnologie impiegate dai supercomputer un gruppo di scienziati è riuscito a simulare questo impatto dal quale nacque la Luna.

Lo studio che descrive i risultati di questa simulazione appare sulle pagine della rivista Monthly Notices of the Royal Astronomical Society. La ricerca in questione è il frutto del lavoro eseguito da scienziati dell’Università britannica di Durham coordinati da Sergio Ruiz-Bonilla. Nello specifico, i ricercatori inglesi per il loro lavoro hanno fatto ricorso al supercomputer Dirac. Grazie a questo sofisticato calcolatore, essi hanno potuto eseguire una simulazione in 3D della collisione che ha condotto alla formazione della Luna.

In particolare la simulazione ottenuta con Dirac mostra la formazione di un corpo celeste vicino alla Terra che si è poi evoluto trasformandosi nel suo satellite. Questa, però, non è una prova definitiva della formazione della Luna. Si tratta però di un passo promettente verso la comprensione dei meccanismi che hanno condotto alla formazioni dei nostri “vicini” nel Sistema solare. La ricostruzione al computer mostra inoltre risultati differenti a seconda delle dimensioni e della direzione dell’oggetto iniziare che si sceglie di fare impattare con la Terra. In opportune condizioni, però, l’impatto può condurre proprio alla formazione di un corpo celeste che rimane nell’orbita della Terra.

Nel video che segue potete osservare la simulazione dell’impatto che ha dato origine alla luna ottenuto grazie all’impiego del supercomputer Dirac.