decreto nataleCon l’ennesima diretta il Premier Giuseppe Conte ha annunciato le nuove limitazioni introdotte con il Decreto di Natale. Le nuove norme sono divise in tre articoli che mirano a regolamentare la gestione di quella che si spera essere l’ultima parte della pandemia; giorno 27 dicembre infatti sarà somministrata la prima simbolica dose di vaccino anche in Italia. Subito prima dell’inizio della vaccinazione vera e propria prevista già a gennaio.

Tornando al decreto, come già paventato nei giorni precedenti, l’Italia si dovrà adattare al regime di zona rossa nei giorni festivi e prefestivi, partendo da giorno 24 fino a giorno 27 e poi nei giorni 31,1,2,3,5 3 e 6 di gennaio. Nei restanti giorni che comprendono il periodo dal 23 dicembre al 6 gennaio invece, le limitazioni saranno equiparate a quelle della zona arancione.

Decreto Natale: stretta agli spostamenti ma con alcune concessione

 

Le limitazioni come detto sono quelle stabilite dalla linea della zona rossa, sarà dunque vigente il divieto di uscire di casa se non per ragioni di salute, lavoro, necessità o urgenza. Tuttavia sarà prevista anche una deroga per andare a far visita a aprenti e amici rispettando però alcuni punti.

Le persone che si sposteranno non dovranno essere più di due, escludendo eventuali minori di 14 anni e persone affette da disabilità. Lo spostamento per il ritorno al proprio domicilio sarà consentito una sola volta al giorno durante le ore del coprifuoco, dalle 22:00 alle 05:00. Infine gli spostamenti per far visita ai parenti saranno consentiti nella misura di uno per giorno e dovranno avvenire all’eterno della propria regione di residenza.