Non è trascorso molto tempo dal lancio della nuova famiglia di iPhone. Eppure, iniziano già a trapelare informazioni sulla prossima serie di smartphone. Stando a quanto riferito da The Elec, due dei quattro modelli di iPhone 13 che verranno lanciati il prossimo anno, molto probabilmente i modelli Pro, utilizzeranno display OLED con tecnologia LTPO a bassa potenza per favorire il refresh rate a 120Hz.

iPhone 13, display a 120 Hz e produzione di massa

La tecnologia LTPO si tradurrebbe in un backplane più efficiente dal punto di vista energetico, che è responsabile dell’accensione e dello spegnimento dei singoli pixel sul display. Questa tecnologia, oltre a favorire una frequenza di aggiornamento a 120 Hz, potrebbe anche agevolare l’utilizzo della modalità always-on senza gravare troppo sull’autonomia.

Il report afferma che Samsung e LG rimarranno i principali fornitori di display OLED, che saranno “tecnologicamente più sofisticati” da produrre rispetto a quelli utilizzati per gli attuali iPhone 12.

Oltre ciò, stando a quanto riferito dal noto analista Ming-Chi Kuo, la produzione di massa degli iPhone 13 con un nuovo chip A15 rispetterà la normali tempistiche di Apple.

Solitamente, Apple inizia la produzione di massa dei suoi iPhone all’inizio dell’estate, ma ciò non è accaduto per gli iPhone 12, la cui produzione sarebbe cominciata a settembre. Ciò ha portato il colosso di Cupertino a posticipare il suo evento di presentazione al mese di ottobre, e mentre iPhone 12 e iPhone 12 Pro sono stati lanciati il ​​23 dello stesso mese, iPhone 12 Mini e iPhone 12 Pro Max sono ufficialmente giunti sul mercato lo scorso 13 novembre.

Con la produzione in serie di modelli di iPhone 13 che dovrebbe seguire le usuali tempistiche di Apple, è possibile che gli smartphone vengano presentati di nuovo a settembre, ma è bene non dare nulla per certo visto che siamo ancora nel bel mezzo di una pandemia.