DVB T2

L’Italia intera è pronta ad accogliere la nuova versione del digitale terrestre. Ben presto, infatti, i cittadini Italiani saranno costretti a sostituire il proprio televisore o, come accadde nel corso del primo passaggio da analogico a digitale, acquistare un decoder compatibile con le nuove frequenze. Coloro vorranno continuare ad usufruire dei canali televisivi di Rai e Mediaset, dovranno quindi effettuare il passaggio ufficiale dal DVB T al DVB T2, il nuovo standard introdotto per evitare le sovrapposizioni con il 5G.

Le frequenze su cui viaggiano oggi i segnali televisivi, saranno quindi sostituite per permettere al nuovo standard di rete di poter operare al meglio. Tutti i canali televisivi, dunque, migreranno sulla banda da 700MHz la quale, almeno sulla carta, garantirà un bitrate più elevato ed una qualità dell’immagine nettamente superiore.

Purtroppo non è ancora chiaro quale sarà la data ufficiale in cui il passaggio al DVB T2 avrà inizio ma, secondo quanto dichiarato, esiste già un termine ultimo di switch-off. A partire dal prossimo 1° Luglio 2022, di fatto, tutte le trasmissioni attive sull’attuale digitale terrestre saranno definitivamente interrotte.

DVB T2: il passaggio al nuovo standard permette di ottenere un bonus

Al fine di spingere ed incentivare gli Italiani all’acquisto di un nuovo TV oppure di un Decoder compatibile con il nuovo standard televisivo, di recente è stato introdotto il bonus TV. Acquistando un dispositivo compatibile con il DVB T2, gli Italiani hanno quindi diritto ad uno sconto di 50 euro, ottenibile direttamente in cassa.

Ricordiamo infine che, a partire dal 2017, in Italia è entrato in vigore l’obbligo di vendere esclusivamente televisori compatibili con il nuovo standard. Se rientrate fra le persone che hanno acquistato un televisore dopo questa data, vi consigliamo di controllare la compatibilità sul libretto informativo oppure attraverso i canali test 100 e 200.