blank

Che si tratti del Blue Origin di Jeff Bezos a portare la prima donna sulla Luna ? A dichiararlo è proprio il patron di Amazon, alla vigilia della decisione definitiva della NASA in merito alla compagnai provata che fornirà i suoi primi lander lunari all’agenzia spaziale statunitense.

Nel 2024 la prima donna sulla Luna

I lander commissionati dall’agenzia spaziale statunitense sono destinati nel 2024 a riportare nuovamente una persona sulla Luna, solo che in questo caso la NASA ha valutato di effettuare un cambiamento ritenuto necessario, infatti fino ad ora sono stati 12 uomini a passeggiare sul satellite, è giunto il momento che anche una donna si unisca alle passeggiate spaziali, essa sarà scelta direttamente dall’attuale organico presente agli ordini dall’agenzia.

Quando nel 1969 l’uomo mise piede sulla Luna per la prima volta, le donne non potevano immaginarsi in quel ruolo, ora i tempi sono cambiati ed è giusto e indiscutibile che anche le donne possano e vogliano vedersi li nel cielo a fare passeggiate spaziali, il tutto diventa dunque una grande opportunità sociale e scientifica.

La NASA ha dichiarato che sceglierà solo due società tra le rivali Blue Origin, SpaceX e Dynetics, probabile dunque che proprio il Lander di casa Bezos trasporterà la prima donna sulla Luna, non a caso la NASA ha assegnato al team Blue Origin un contratto per lo sviluppo di un lander lunare del valore di 579 milioni di dollari.

Non rimane dunque che attendere e vedere cosa accadrà, quel che è certo che tale iniziativa farà da pietra miliare nella storia del mondo sia dal punto di vista scientifico che sociale, dal momento che rimarcherà come anche le donne abbiano ogni tipo di qualità per ogni tipologia di attività, eliminando ogni retrogrado pensiero contraddittorio al riguardo.