WhatsApp: arriva l'allarme della Polizia, così possono rubarvi l'account

Avere WhatsApp sul proprio smartphone comporta tantissime comodità e soprattutto il contatto costante e rapido con chiunque si voglia. L’azienda è stata in grado di perfezionare una piattaforma ineccepibile, la quale continua a migliorare anno dopo anno. Ci sono però delle problematiche che non si riescono a debellare e questo non sarebbe più un segreto.

Molti utenti continuano a lamentarsi delle truffe, le quali risultano uno degli aspetti peggiori di WhatsApp. Purtroppo l’applicazione non può farci nulla dal momento che ogni utente è libero di postare e inoltrare quello che vuole. Allo stesso tempo le lamentele però non si fermano, soprattutto durante questi giorni in cui una nuova truffa sarebbe stata scoperta. I malfattori riuscirebbero infatti a venire in possesso del vostro account, semplicemente facendosi mandare il vostro codice di accesso a WhatsApp Web. La polizia di Stato ha deciso di intervenire con un comunicato ufficiale. 

 

WhatsApp: il comunicato della polizia di Stato ora mette gli utenti in stato d’allerta, ecco i dettagli

Per attivare l’App di messaggistica Whatsapp sul proprio smartphone – si legge sul profilo Facebook del Commissariato di PS Online – è necessario inserire un codice che viene inviato tramite SMS sul dispositivo. Tramite questa procedura i cybercriminali riescono a far recapitare alla vittima un SMS nel quale viene chiesto l’invio di tale codice facendo apparire come mittente il numero di telefono di un contatto presente in rubrica.
L’invio del codice permette agli stessi di poter attivare un nuovo Whatsapp su un dispositivo diverso ma riferito al numero telefonico della vittima prescelta che, di fatto, ne perde la “proprietà
”.”