WhatsApp: polizia di Stato, ecco il comunicato che mette in guardia

Il periodo natalizio sta quasi per entrare nel vivo e durante momenti del genere bisogna stare molto attenti a tutto ciò che ci circonda quando ci rapportiamo al web. WhatsApp è una delle applicazioni che si serve di più di Internet e di tanti utenti in giro per il mondo, portando spesso anche qualche problemino. Purtroppo tutto ciò non può essere attribuito al noto colosso della messaggistica, il quale non fa altro che ospitare utenti leali e sleali.

Molto spesso capita che qualcuno tra le proprie intenzioni prioritario non abbia quella di messaggiare con i propri cari o amici, ma di truffare il prossimo. Durante gli scorsi giorni sono state inoltrate varie segnalazioni riguardo al furto di alcuni account. Il tutto avverrebbe collegandosi a WhatsApp Web e concedendo ai malviventi tramite mail il codice di verifica. La situazione è stata vagliata anche dalla polizia di Stato, la quale ha preferito emettere un comunicato ufficiale.

 

WhatsApp: in questo modo possono rubarvi l’account, la polizia di Stato emette un comunicato

Per attivare l’App di messaggistica Whatsapp sul proprio smartphone – si legge sul profilo Facebook del Commissariato di PS Online – è necessario inserire uncodice che viene inviato tramite SMS sul dispositivo. Tramite questa procedura i cybercriminali riescono a far recapitare alla vittima un SMS nel quale viene chiesto l’invio di tale codice facendo apparire come mittente il numero di telefono di un contatto presente in rubrica.
L’invio del codice permette agli stessi di poter attivare un nuovo Whatsapp su un dispositivo diverso ma riferito al numero telefonico della vittima prescelta che, di fatto, ne perde la “proprietà
”.”