starlink-elon-musk-velocità

Una nuova concezione della connettività sarà portata nei prossimi anni dal genio visionario Elon Musk, che ha concepito un piano di dimensioni mastodontiche per portare la connessione ad internet, grazie ai satelliti, in ogni punto del pianeta, inclusi i più remoti.

Il progetto si chiama Starlink, e prevede complessivamente l’invio in orbita di oltre 42.000 satelliti che provvederanno alla copertura internet su tutta la superficie della Terra. L’obiettivo è quello di creare una rete completa ad avvolgere il pianeta, e a coordinare e gestire il progetto sarà SpaceX, l’arcinota azienda nata proprio dall’impegno del tycoon nel proiettare l’umanità nel futuro dell’esplorazione spaziale, dei servizi satellitari e della conoscenza del nostro universo.

SpaceX coordinerà il lancio dei satelliti nel progetto Starlink

Tra le figure più iconiche del nuovo millennio, Elon Musk sta dando un importante apporto alle tecnologie della nostra epoca. Abbiamo avuto modo di parlare di Hyperloop, il treno che viaggerà a velocità supersonica fino a raggiungere i 1000 km/h.

In questo caso, invece, la rivoluzione sarà a portata di tutti perché la connessione sarà provvista non solo ai privati e alla popolazione tutta, ma anche alle aziende e a quegli enti di ricerca (Università e altri) che si occupano di esplorare i posti più remoti del nostro pianeta, per scoprirne le origini, le tracce sull’evoluzione e le dinamiche che hanno caratterizzato il susseguirsi delle ere geologiche.

Nel frattempo di iniziare a effettuare i lanci, negli ultimi mesi SpaceX (la società che sta sviluppando il progetto) ha già ottenuto il via libera per il lancio dei primi 12.000 satelliti da parte della U.S. Federal Communications Commission, e a fronte di ciò si sta provvedendo ai test dei singoli satelliti, di cui 60 sono già stati approvati.