google-authenticator-chiave-autenticatore-f2a-smartphone-android

All’inizio di quest’anno, l’app di autenticazione 2FA di Google ha ricevuto un grande aggiornamento Android che ne ha modernizzato il design. Un tema scuro, insieme a una funzione di trasferimento dell’account, è ora disponibile in Google Authenticator per iOS.

L’app fornisce codici di verifica in due passaggi quando si accede ai siti. Rispetto alle alternative, è abbastanza semplice e manca di funzionalità extra. Su iOS, Google Authenticator è stato aggiornato l’ultima volta nel 2018 con supporto per iPhone X.

Google Authenticator: l’aggiornamento è disponibile per dispositivi iOS

La versione 3.1 modernizza l’aspetto di Authenticator. In sostanza, l’intera app ora presenta uno sfondo bianco con la barra superiore blu rimossa e vari elementi ora centrati. Questo colore unico consente di implementare facilmente un tema scuro. Come su Android, l’aggiunta fondamentale è la possibilità di “trasferire account”, ora disponibile anche per gli utenti iOS.

Il menu di navigazione ospita questa nuova opzione per esportare o importare codici 2FA tramite codici QR. Ciò semplifica notevolmente il processo di configurazione durante il trasferimento dei dispositivi; gli utenti devono solo installare Authenticator sul nuovo device e scansionare un codice a barre.

Sul fronte della sicurezza, questa nuova funzionalità viene eseguita da dispositivo a dispositivo e “nessun dato viene inviato ai server di Google durante il trasferimento”. Google rende esplicito il processo tramite vari prompt, notifiche e passaggi di verifica. L’autenticazione a più fattori è uno dei modi migliori per proteggere i tuoi account da accessi non autorizzati richiedendo non solo la tua password ma un codice personali.