android-smartphone-malware-xhelper

L’allarme per gli utenti che hanno uno smartphone Android torna ad essere particolarmente alto. Dopo alcuni mesi di relativa tranquillità per il pubblico, da settembre ad oggi si sono moltiplicate le segnalazioni circa file infetti in grado di creare non pochi problemi al grande pubblico.

Nelle ultime settimane l’attenzione è riservata soprattuto al malware Joker. Il file infetto già è stato causa di molti danni. La sua origine diretta dal marketplace delle app Android espone ancor di più il pubblico a potenziali rischi.

 

Android, il malware che uccide il proprio credito residuo

Analizzare gli effetti di Joker è molto semplice. Tutti gli utenti Android che incontrano questo malware, avranno servizi a pagamento attivati in maniera automatica sul proprio profilo TIM, Vodafone e WindTre. Tutto ciò avrà ovviamente delle ripercussioni sul credito residuo, che in alcuni casi risulterà essere addirittura azzerato in pochi secondi!

Gli esperti che hanno verificato la provenienza di Joker, hanno evidenziato come il file infetto sia presente ancora in almeno dieci app di Google Play Store. A rendere ancora più insidioso il malware è la sua capacità di riuscire a superare anche il vincolo di protezione ed il filtro del servizio Google Play Project.

Per evitare ogni genere di problema, l’attenzione del pubblico deve essere quindi sempre elevata. In primo luogo è necessario fare sempre molta attenzione ai propri download su marketplace Android, scegliendo sempre app popolari o garantite da buone recensioni. Qualora si verificassero poi problemi per il credito residuo, è necessario comunicare tempestivamente con i servizi assistenza di TIM, Vodafone, WindTre.