toyota-sviluppo-auto-idrogenoIl 2020 è stato un anno tremendo per tutti ma, in particolare, lo è stato anche per le aziende automobilistiche di tutto il mondo. Dopo lo scandalo che ha interessato oltre 700.000 veicoli targati Ford e Renault, di recente sono emersi nuovi problemi anche in casa Toyota e Honda. Scopriamo quindi di seguito cosa sta accadendo.

Toyota e Honda: un pericoloso problema colpisce migliaia di veicoli in tutto il mondo

Iniziamo parlando di Toyota. Di recente il noto marchio automobilistico Giapponese sembrerebbe aver riscontrato dei seri problemi all’interno del sistema che gestisce l’espulsione dell’Airbag. A quanto pare, infatti, una piccola interferenza elettrica sembrerebbe bloccare il cuscino salvavita all’interno della sua scocca. Ecco di seguito i veicoli interessati dal problema:

  • Corolla immatricolate nel periodo compreso tra il 2011 e il 2019
  • Matrix immatricolate tra il 2011 e il 2013
  • Avalon, ibride e non, immatricolate tra il 2012 e il 2018

Toyota sta lavorando duramente per risolvere il problema e, secondo recenti indiscrezioni, molto presto verrà rilasciato un filtro che permette di risolvere l’interferenza.

Nel caso di Honda, invece, il problema sembra essere ancor più serio. A quanto pare, decine di migliaia di veicoli sembrerebbero essere affette da un problema legato ai livelli di pressione presenti nella scatola metallica che contiene l’Airbag. Quest’ultima, dunque, rischia di esplodere da un momento all’altro, creando non pochi disagi all’interno dell’abitacolo. Ecco di seguito i veicoli interessati dal problema:

  • Accord immatricolate tra il 1998 ed il 2000
  • Civic immatricolate tra il 1996 ed il 2000
  • CR-V immatricolate tra il 1997 ed il 2001
  • Odyssey immatricolate tra il 1998 ed il 2001
  • EV Plus immatricolate tra il 1997 ed il 1998.