tim

Stando alle ultime indiscrezioni, nel documento che presenta l’Offerta di Riferimento per l’anno 2021 per il servizio VULA e i relativi servizi accessori, TIM avrebbe presentato un nuovo upgrade che inserirà all’interno della sua rete FTTC, stiamo parlando del VDSL Bonding, una tecnologia che, a partire dal 2021, consentirà un raddoppio della banda, la quale arriverà a 400Mbps e sarà disponibile anche agli altri operatori che usano le infrastrutture TIM.

Secondo quanto si legge quindi, in caso di approvazione del progetto da parte di AGCOM, l’installazione inizierebbe già dal 2021, TIM introdurrà la nuova tecnologia per le sedi dei clienti finali in architettura FTTx in tecnologia VDSL2 17a e VDSL2 35b (EVDSL).

Cos’è la tecnologia VDSL Bonding

La tecnologia presa in esame consente di raddoppiare la banda disponibile, il principio alla base è anche tutto sommato semplice, infatti si tratta semplicemente di abbinare due doppini in rame su rete cablata a livello dell’armadietto di connessione in strada, così facendo si potranno incrementare le prestazioni delle reti miste fibra-rame arrivando probabilmente al massimo possibile per questa infrastruttura di rete.

Il cambiamento dovrà essere effettuato da un tecnico specializzato che si occuperà di lavorare direttamente sull’apparato stradale che avrà un connettore di tipo RJ-25 con anche di un apparato esterno denominato Network Termination.

Si tratta dunque di un’ottima notizia per gli utenti, dal momento che così facendo si eliminerà il collo di bottiglia legato alla parte finale della rete internet basata su cablatura in rame, la quale ovviamente non consente di sfruttare alla massima potenza la fibra ottica.