Anche WhatsApp permetterà presto di inviare messaggi che si auto-distruggono, seguendo l’esempio di quanto già implementato da tempo dalle altre app di messaggistica istantanea.

Dopo tanti mesi di sperimentazione, sembra che WhatsApp sia vicina al lancio della tanto attesa funzionalità. Ciò lo si evince dalla sua pagina delle domande frequenti che è stata aggiornata appena qualche ora fa, rivelando tutto ciò che è necessario sapere sui nuovi messaggi che si auto-distruggono. E a quanto pare, la funzionalità sembra non essere ai livelli di opzioni simili presente in altre app, Telegram e Facebook Messenger in primis.

WhatsApp, ecco perché non dovresti inviare messaggi che si autodistruggono

Anzitutto, la funzione offerta da WhatsApp consiste più in una sorta di interruttore che si può attivare o disattivare, e mentre sia Signal che Telegram permettono di stabilire tempi di scadenza personalizzabili che variano da pochi secondi a una settimana, i messaggi di WhatsApp si auto-distruggono solo ed esclusivamente dopo sette giorni.

Un altro svantaggio nell’utilizzo di questa funzione è che lo smartphone del destinatario può comunque salvare in automatico i media inviati, anche se il messaggio inviato avrà una scadenza e si auto-distruggerà. Le domande frequenti rilevano che gli utenti dovranno disattivare la funzionalità di download automatico (Impostazioni> Utilizzo dati e archiviazione) per far sì che ciò non accada, rinunciando al salvataggio automatico dei media in toto.

La sezione FAQ avverte inoltre che se qualcuno risponde ad un messaggio inviato con timer di auto-distruzione, citandolo, allora tale citazione potrebbe permanere all’interno della Chat anche dopo i sette giorni. E ancor peggio, i messaggi non si auto-distruggono se vengono inoltrati ad un utente di WhatsApp che ha scelto di disattivare l’invio di messaggi che si auto-distruggono.

Infine, il team di WhatsApp chiarisce che è comunque possibile per gli utenti effettuare uno screenshot di un messaggio che si cancella automaticamente, anziché offrire avvisi di screenshot come succede in Snapchat e Telegram. In altre parole, se desideri inviare messaggi che si auto-distruggono, faresti meglio ad utilizzare servizi alternativi e non WhatsApp, almeno in questa prima fase di lancio.