diesel

Si sono alternate numerose indiscrezioni durante le precedenti settimane sul futuro delle  automobili a diesel e contestualmente sulle manovre finanziarie legate proprio alle suddette vetture. Non vi è dubbio che il Governo, da mesi, stia attuando una politica precisa per reindirizzare gli italiani, laddove possibile, all’acquisto delle automobili elettriche o a basso impatto ambientale. Un rumors però aveva creato non poco subbuglio tra i cittadini: la possibilità di un forte incremento per le accise del diesel.

 

Diesel, sventato pericolo: non ci sarà l’aumento record sulle accise

La possibilità di aumentare i costi del diesel al pari di quelli della benzina è stata paventata da alcuni tecnici del Ministero dell’Ambiente. L’indirizzo dello stesso dicastero era quello di proporre tale disegno in sede di legge di bilancio. E’ bene ribadire subito che, allo stato attuale, il Governo sembra non aver accolto tale ipotesi e che quindi i costi del diesel resteranno inferiori a quelli della benzina.

Le indiscrezioni di inizio autunno parlavano di aumento record per le accise del diesel. Il progetto prevedeva di innalzare il prezzo del gasolio allo stesso livello del benzina. Ciò ovviamente per scoraggiare gli italiani all’acquisto di una vettura diesel.

Nonostante la bocciatura per questa idea, la svolta green dell’Italia nel campo della circolazione va vanti. Nel nostro paese, infatti, dalla scorsa primavera sono stati previsti ecobonus sino a 9.000 euro legati all’acquisto di un veicolo elettrico. Il progetto a lungo termine è quello di rinnovare l’intero parco auto della popolazione, passando da una prevalenza di auto a diesel o benzina a prevalenza di veicoli ecologicamente sostenibili.