Ieri si è conclusa la trattativa tra i broadcaster e l’Uefa per i diritti tv in Italia nel triennio 2021/24 e oltre a Sky e Mediaset, si guadagna un pacchetto il colosso Amazon.

La società di Jeff Bezos si è infatti aggiudicata il pacchetto per la trasmissione in streaming di 16 partite, le migliori del mercoledì sera, e la Supercoppa Europea che si gioca tra la vincente di Champions League ed Europa League. C’è da considerare come risponderanno gli spettatori davanti a questa rivoluzione dal momento che alcuni avevano già sofferto l’ingresso di Dazn in campionato.

Scopriamo le assegnazioni dei pacchetti e quindi dove potremo vedere le partite dei prossimi tre anni

Sky invece avrebbe superato la concorrenza di DAZN, che puntava all’esclusiva totale, e si sarebbe aggiudicata il pacchetto comprensivo di 104 gare stagionali.

Mediaset, avrebbe il pacchetto per le 16 migliore gare del martedì, e quello della sola finale, per un totale di 45 milioni di Euro.

Il Biscione e la Pay TV però potranno accordarsi tra di loro: Sky in tal senso punta a completare il catalogo con le 16 gare tra le mani della TV di Cologno Monzese. Resta il fatto che chi non volesse perdersi nemmeno una gara dovrebbe fare due abbonamenti: quello per Sky e per Prime Video di Amazon, che ha costi molto diversi se si sceglie la versione mensile rispetto ad esempio all’annuale.

La grande delusa da questa battaglia per i diritti della Champions League resta Dazn. Fino a poco tempo fa la piattaforma streaming era data infatti come favorita per l’acquisizione del pacchetto più sostanzioso da 104 partite. Qualcosa nell’ultima settimana deve essere andato decisamente storto.