telefonini vintage che valgono una fortuna

Cambiare smartphone è diventato sempre più semplice: a differenza dei vecchi telefonini, cedere alla tentazione di avere il display innovativo o la fotocamera più forte sul mercato è molto comune. Mentre il ricambio generazionale, dunque, procede a passo spedito potrebbe sembrare ovvia la caduta in disgrazia dei modelli che non contemplano neanche uno schermo a colori, ma invece la storia ci racconta tutt’altro.

Grazie al mondo del collezionismo, sempre più vecchi telefonini stanno acquisendo valore finendo per costare persino  più degli smartphone di ultima generazione: come è possibile? Scopriamolo subito.

Telefonini in rimonta: cosa bisogna sapere sui modelli più desiderati

Avere un vecchio telefonino in casa non risulta essere così difficile visto che spesso e volentieri, gli individui hanno ceduto  al desiderio di conservarlo per pure ragioni sentimentali. Non tutti i modelli, però, rappresentano un punto interesse per i collezionisti, senza ombra di dubbio, loro puntano l’ attenzione su due particolari ben precisi:

  1. Anzitutto il modello deve essere rilevante al momento nel mercato. Questo non significa per forza di cose che debba essere raro perché le vendite precedenti ci hanno insegnato che anche modelli molto diffusi nel corso degli anni hanno fruttato numerosi quattrini; 
  2. Deve essere stato conservato nei migliori dei modi. un singolo graffio, in questo caso, potrebbe rappresentare una perdita di valore ineccepibile (anche diverse centinaia di euro).

Appurati questi due concetti basilari del mondo del collezionismo, ora non vi resta che indagare sui modelli di telefonini che effettivamente avete in casa. Grazie ai motori di ricerca e ai siti dedicati alle aste, sarà molto facile scoprire il valore dei cimeli da voi posseduti. Cosa state aspettando?