La situazione attuale in casa Huawei non è delle migliori. Certo, molti dei suoi prodotti sono molto validi, ma i ban dell’amministrazione Trump hanno man mano tranciato le gambe ad uno dei colossi della telefonia mondiale e cinese.

Insomma, una mossa accuratamente studiata per distruggere un’azienda, grazie alla mancanza dei servizi Google e soprattutto dei chipset con copyright e brevetti di origine americana. Proprio per questo motivo Honor potrebbe presto essere in vendita, e tra i più interessati ad acquistarla ci sarebbe proprio Xiaomi. Ma andiamo più nel dettaglio.

 

Xiaomi al salvataggio di Honor?

Sono moltissime le aziende, soprattutto in Cina, che operano con delle sussidiarie: basti pensare a Huawei, che possiede Honor, e Xiaomi, che possiede Redmi e Poco. Tanto basta per creare un mercato frammentato e poter proporre una mole enorme di dispositivi molto simili tra loro. Ma vista la situazione forse non è più conveniente per Huawei continuare a tenere Honor, che in questo modo rimarrebbe a sua volta bloccata per i ban.

Secondo una previsione di Reuters e del famoso analista Ming-chi Kuo, le prospettive sono quelle appena descritte. Una possibile acquisizione di Honor da parte dei Xiaomi con un prezzo tra gli 1.5 e i 3.1 miliardi di €, convertiti dalla moneta cinese. Una transazione utilissima, che permetterebbe ad una grande azienda di svincolarsi da Huawei, ed evitare che ad affondare siano entrambe.

Solo il futuro potrà dirci la conclusione di questa storia, terribile per il mercato dei dispositivi mobile di tutto il mondo. Continuate a seguirci per rimanere aggiornati sulle ultime novità in merito alla vicenda.