blank

Google già da alcuni mesi ha invitato gli utenti a passare al nuovo servizio YouTube Music, questo perché Google Play Music, il servizio di musica in abbonamento di Big G, chiuderà entro la fine del 2020.

Come trasferire tutto a YouTube Music e quali sono alcune delle nuove funzionalità

Gli utenti avranno tempo fino a dicembre per trasferire le proprie librerie musicali su YouTube Music o servizi alternativi. A fine anno playlist, brani caricati e acquistati che non saranno stati trasferiti altrove cesseranno di essere disponibili. Si può già usufruire di un tool di migrazione dal vecchio al nuovo servizio rilasciato da Google.

Basta dirigersi sul sito https://music.youtube.com/transfer e seguire le istruzioni. Potrebbe non funzionare ancora per tutti: una notifica segnalerà quando sarà possibile procedere. Google dice che sarà possibile mantenere:

  • playlist
  • stazioni
  • “mi piace” e “non mi piace” messi sulle canzoni
  • band e artisti suggeriti
  • libreria di canzoni caricate
  • musica acquistata
  • album e canzoni in libreria
  • eventuali abbonamenti a pagamento attivi

Il processo potrebbe arrivare a richiedere qualche giorno in base a quante canzoni sono state caricate gratuitamente. Il tool non permette di selezionare quali contenuti trasferire e quali no: o tutto o niente.

A ciò si aggiungono novità che interessano gli Android TV e Smart TV in generale. Con l’ultimo aggiornamento saranno introdotte delle nuove funzionalità nell’app di YouTube Music. Nel dettaglio, per i dispositivi Android TV sono tre le principali new entry: la possibilità di accedere ai propri caricamenti, una nuova interfaccia di riproduzione che ora include le informazioni sul brano/artista e la barra di avanzamento, nonché una nuova riga di YouTube Music per la schermata iniziale.

Mentre, per i Smart TV con accesso a YouTube Music, la piattaforma ha affermato che gli utenti avranno accesso alle playlist salvate direttamente nella scheda YouTube Music all’interno dell’app YouTube sulla TV. Infine, sarà aggiornata la grafica della playlist, così da rendere più semplice il processo di ricerca di un brano.