Autovelox

Quando siamo in viaggio in auto, il rispetto del Codice della Strada e dei limiti di velocità diventa un aspetto prioritario dal quale non si può prescindere. A volte, però, può capitare di superare il limite di velocità e andare, purtroppo, in contro a delle multe impreviste e anche piuttosto salate. La legge, in tal senso, obbliga a segnalare la presenza di autovelox sul bordo della strada, sia per quanto riguarda la tipologia fissa che quella mobile. Tuttavia, a volte ci si può rendere conto tardi della segnaletica e passarvi davanti superando il limite precedentemente imposto.

C’è però un modo per evitare di incorrere in queste spiacevoli situazioni, ciononostante bisogna fare sempre molta attenzione. Esistono delle efficaci applicazioni per Android che permettono di conoscere con anticipo se su un percorso ci sono degli autovelox. Scopriamo maggiori dettagli a riguardo.

Autovelox: stop alle multe grazie a queste straordinarie app

Per iniziare, al primo posto abbiamo sicuramente Waze. Il software è nato dal lavoro di una start-up israeliana e successivamente acquistato da Google nel 2013. L’app è tra le migliori soluzioni per conoscere in anticipo la posizione degli autovelox su un determinato percorso. Si basa sul principio del crowdsourcing, ossia che sfrutta le segnalazioni degli utenti al fine di fornire indicazioni stradali in tempo reale. Waze è sempre aggiornata e permette di calcolare in qualsiasi momento il percorso meno trafficato e, per l’appunto, la presenza di autovelox.

Un’altra soluzione da poter prendere in considerazione è sicuramente Google Maps. La suddetta ha integrato Waze sulla segnalazione degli autovelox e ora è utile in tal senso quanto questa. Inoltre, oltre a questa già importante implementazione, si aggiungono anche le notifiche per i T-red, ovvero le telecamere presenti sui semafori che catturano con un’istantanea chi passa col rosso.

Infine, ci sono altri due software gratuiti come Autovelox fissi e mobili e TomTom Autovelox. Queste due avvisano l’utente anche quando l’app è in background.