Honda airbag takata vittima USA

In questo ultimi mesi, molti conducenti di auto della casa automobilistica Honda hanno segnalato numerosi problemi riguardanti gli airbag installati a bordo. In seguito, la stessa azienda ha richiamato oltre 1 milione di auto in tutti gli Stati Uniti in quanto gli airbag prodotti da Takata sono risultati difettosi e molto pericolosi per i conducenti. Nonostante questo, sono però accaduti molti incidenti legati a questi problemi e l’ultimo è avvenuto nuovamente negli USA.

 

Negli USA un altro incidente causato da airbag difettoso ha provocato una nuova vittima

Come già accennato, ci sono stati non pochi problemi ultimamente per la casa automobilistica Honda e soprattutto per l’azienda Takata. Gli airbag prodotti da quest’ultima e montati a bordo delle vetture Honda, infatti, sono risultati difettosi e molto pericolosi per tutti i conducenti. Per questo motivo, la nota casa automobilistica ha deciso in questi mesi di ritirare oltre 1 milione di auto negli Stati Uniti e di fornire in maniera totalmente gratuita una sostituzione degli airbag.

Tutto questo, però, non è bastato in quanto in queste ultime settimane il malfunzionamento di questi dispositivi ha provocato molte vittime. L’ultimo incidente risale a quale mese fa, più precisamente il 20 agosto. Il conducente di una Honda Civic del 2002 è infatti morto a causa di una esplosione dell’airbag prodotto proprio da Takata. Fino ad oggi, la NHTSA ha confermato ben 17 incidenti mortali negli USA causati dal malfunzionamento di questi dispositivi e 15 sono stati registrati proprio su delle vetture della casa automobilistica Honda. Oltre a questi incidenti, però, bisogna inoltre considerare anche quelli avvenuti nel resto del mondo e, con questi ultimi, la cifra degli incidenti gravi salirebbe a oltre 300.