truffe

Molto spesso in rete sentiamo parlare di truffe ai danni di varie banche, come ad esempio, Unicredit, BNL e Intesa Sanpaolo. Dunque, dinnanzi a questa situazione, i nostri conti correnti sembrano essere realmente in pericolo. Molto spesso, l’utente medio dà la responsabilità alle banche di tali truffe, ma quello che vi diciamo subito è che, in questo caso, le banche centrano ben poco nella questione. Ma come avvengono queste truffe? Esistono dei modi efficaci per proteggerci? Andiamolo a vedere nel dettaglio.

Dunque, possiamo dire che il tutto ruota intorno ad una classica truffa, ossia il phishing. La suddetta consiste nell’inviare messaggi di posta fittizi dove il criminale si finge l’istituto bancario di cui siete clienti. Verrà emessa una fasulla comunicazione ufficiale (che sarà molto convincente, anche graficamente parlando) cercando di invitarvi a preme un link interno per il collegamento al sito.

 

Truffe Unicredit, Intesa Sanpaolo e banche in generale: come evitarle definitivamente

Non esistono modi speciali e particolari per sbarazzarsi di questi messaggi, ma la cosa da fare è cancellarli immediatamente. È bene ricordare che le banche non inviano mai comunicazioni del genere, a meno che non ne abbiate fatto una richiesta precisa.

Tutti quelli che seguiranno le indicazioni dei malintenzionati passo passo, si troveranno collegati ad un link Internet esterno, che sarà identico a quello del nostro istituto di banca, ma che sarà in realtà gestito dagli hacker. Questo significa che ogni informazione che inseriremo all’interno di questo sito sarà salvata automaticamente dai malintenzionati che potranno accedere tranquillamente al nostro home banking quando vorranno.