Tesla

Adesso l’appuntamento è finalmente ufficiale: Elon Musk, il ceo del brand californiano, lo ha confermato a tutti gli azionisti, che potranno così incontrarsi nella fabbrica di Fremont in California il 22 settembre alle 14.30 ora americana, le 23.30 in Italia.

Lo stesso ceo potrebbe svelare in quella occasione le nuove batterie molto più performanti, oltre che più durature, sostenibili e anche meno costose. L’ultima indiscrezione riguarda la tecnologia utilizzata anod free e cioè anodi realizzati senza litio.

Tesla Battery Day: ecco come potrebbe essere

Ma cosa potrebbe essere annunciato al Battery Day? Si parlerà, evidentemente, di batterie. Elon Musk dovrebbe svelare tutti i dettagli del progetto Roadrunner che dovrebbe consentire a Tesla di produrre direttamente le rivoluzionarie batterie da un milione di miglia. Ma Musk, inoltre, potrebbe anticipare la strategia di approvvigionamento delle celle agli ioni di litio da fornitori esterni chiarendo anche i dettagli della collaborazione che lega il brand sia a Panasonic, ma anche a Catl. O magari ad un altro fornitore specializzata nel settore rimasto fino ad ora top secret. Si fa il nome però di Amprius.

Tante le curiosità più o meno svelate in modo fino ad ora non ufficiale che potrebbero essere confermate al Battery day.

Senza dimenticare l’effetto sorpresa – una delle tante prerogative di Elon Musk – che in più di un’occasione si è quasi divertito a lasciare a bocca aperta con annunci improbabili, ma in grado di elettrizzare i tanti fan di Tesla in giro per il mondo.

Elon Musk potrebbe cogliere l’occasione anche per annunciare la strategia del brand californiano sulle Gigafactory sparse per il mondo, con l’ampliamento dei siti americani e con l’imminente avvio della fabbrica di Berlino che dal 2021 produrrà sia la Model 3 che la Model Y.

Non resta, dunque, che pazientare fino al 22 settembre per sapere se anche in questa occasione Elon Musk metterà in mostra un suo asso nella manica.