La battaglia tra Epic Games ed Apple continua ad andare avanti e nessuna delle due aziende sembra realmente in vantaggio. Questa situazione sta portando senza alcun dubbio notevoli vantaggi politici ad Epic, che cerca di svincolarsi dal pagamento di una percentuale sugli acquisti in game ad Apple. Il motivo della contesa risiede in uno dei giochi più diffusi al mondo, Fortnite.

Attualmente il gioco è e continuerà ad essere per molto tempo escluso dall’App Store, a causa della controversia appena citata. Eppure nessuna delle due aziende cerca di venire a patti, per riportare l’app sullo Store, soprattutto per gli utenti, che si sono visti sottrarre un hobby molto importante.

 

Le dichiarazioni di Apple

Apple non ci ha pensato due volte e ha fatto delle dichiarazioni molto pesanti nei confronti di Epic Games. Secondo l’azienda Epic sta solo cercando di eludere i contratti che hanno contraddistinto il rapporto con la stessa Apple per anni, alla ricerca di ulteriore fama, notorietà e profitti. Altro insomma che perdita di utenti, ad Apple la strategia sembra fin troppo chiara. Apple ha espressamente dichiarato che “(Epic) ha appiccato un incendio e vi ha versato della benzina sopra, e adesso chiede alle strette un’assistenza di emergenza per spegnerlo”. Delle dichiarazioni che a loro volta tendono a versare benzina sull’incendio già scaturito.

Sembra proprio che questa situazione sia destinata a perdurare ancora per molto tempo, anche se ad Epic basterebbe firmare nuovamente i contratti con Apple per riportare tutto alla normalità. Solo il tempo ci darà un responso definitivo su questa situazione.