Soldi

Anche tu hai dei soldi in banca? Non sei sicuramente il solo. La EBA (European Banking Authority) ha dedotto un patrimonio da 10.000 miliardi di euro parcheggiati in banca e non fruttiferi. Ciò significa che i clienti si aspetterebbero quanto meno di trovare la stessa cifra depositata nel 2019 presso Unicredit, BNL, Sanpaolo o un altro istituto. Purtroppo non è così e non è neanche colpa di qualche tipo di truffa. C’è una tassa nascosta che sta erodendo il tuo patrimonio senza lasciare traccia. Ecco cosa sta succedendo.

 

Banche e soldi: perché spariscono nonostante non vi siano tasse da pagare?

La patrimoniale da inflazione. Esatto. Proprio questa imposta nascosta è reduce da una riduzione del denaro dovuta ad una perdita di valore della moneta sul mercato. Le cause sono da imputare alla volatilità di mercato congiuntamente alla crisi economica che fa perdere valore ai beni economici. Ammonta ad un 2% per un 2020 che registra un calo poderoso rispetto all’anno precedente.

Quanto ascritto in precedenza si traduce quindi in una potenziale riduzione netta al 2% sui capitali inerti che sono stanziati dai clienti su conti correnti e carte di credito. Per riuscire ad evitare tutto questo è necessario predisporre un piano di rendimento controllato che azzeri il rischio di inflazione per le somme registrate nei conti bancari.

Per fare questo ci si affida ad un consulente esperto che sappia consigliarvi al meglio sulla posizione da gestire per ridurre al minimo le perdite sulla base della regola numero uno degli investitori: mantenere sempre alto il valore della moneta.

Seguite accuratamente i consigli ed eviterete che qualsiasi somma venga dilapidata da un mercato al collasso.