batterie allo stato solido no futuro ex dipendente Tesla

Il futuro del settore delle auto elettriche sembra ormai alle porte dato che molte aziende si stanno attrezzando per portare delle grosse novità. Per le aziende Toyota e Panasonic, ad esempio, le batterie allo stato solido saranno una grande innovazione. Nonostante questo, però, c’è qualcuno che la pensa diversamente.

 

Secondo un ex di Tesla le batterie agli ioni di litio saranno il futuro

Nonostante si stiano facendo numerosi progressi per la realizzazione di batterie innovative che possano alimentare le auto elettriche, per un ex dipendente della casa automobilistica Tesla non bisogna guardare troppo lontano per vedere il futuro. Secondo l’ex ingegnere Tesla e co-fondatore della Sila Nanotechnologies , ovvero Gene Berdichevsky, nei prossimi anni verranno utilizzate sempre più le batterie agli ioni di litio.

In un prossimo futuro (più o meno tra 10 anni) i costi di produzione di questa tipologia di batterie saranno pari a 50 dollari per Kwh. Stando a quanto riportato dall’ex ingegnere, questo sarà reso possibile grazie a due nuovi tipi di catodi. Quest’ultimi, in particolare, saranno basati sul fluoruro metallico o sullo zolfo. Entro il 2040, poi, i costi di produzione dovrebbero scendere ulteriormente fino a 30 dollari.

Converrebbe dunque investire ancora sulle batterie agli ioni di litio per Gene Berdichevsky. Attualmente, infatti, sono già presenti delle fabbriche adibite alla realizzazione di queste batterie e in questo modo non dovranno essere richiesti ulteriori investimenti per realizzare altre tipologie di batterie. Oltre a questo, poi, le nuove batterie allo stato solido presenterebbero ancora alcuni piccoli problemi che quelle agli ioni di litio non presentano, come ad esempio la formazione di detriti.