Qualche giorno fa, mentre molti utenti ancora attendono di ricevere l’update ad Android 10, Google ha cominciato a distribuire la più recente versione del suo sistema operativo per smartphone e tablet.

Android 11 introduce diverse novità, ma non stravolge del tutto la versione precedente. Piuttosto, la migliora compiendo qualche passo in avanti soprattutto nella gestione e nella protezione dei dati personali. In questo articolo, vorremmo proprio parlarvi delle funzionalità più interessanti introdotte con Android 11.

Android 11, queste sono le novità più interessanti appena introdotte

  • Conversazioni. L’area delle Notifiche raggruppa, adesso, tutti i messaggi ricevuti dalle app di messaggistica nella nuova area Conversazioni.
  • Bolle flottanti. E’ possibile ridurre le conversazioni in piccole bolle che flottano sulle altre applicazioni, proprio come accade con le Chat Heads di Facebook.
  • Conversazioni prioritarie. Puoi adesso contrassegnare una determinata conversazione come prioritaria, così da averla sempre in primo piano e accedervi facilmente e velocemente.
  • La modalità Non disturbare ti permette ti stabilire quali sono le applicazioni ed i contatti per i quali il divieto di ricezione di avvisi e notifiche non verrà applicato. In questo modo, nonostante la modalità sia attiva, si continueranno a ricevere notifiche per i messaggi ricevute dai contatti selezionati e avvisi inviate dalle app stabilite.
  • La registrazione dello schermo debutta finalmente come funzionalità ufficiale degli smartphone Android. Non è più necessario utilizzare app di terze parti per registrare lo schermo.
  • Il menù di accensione permette adesso di accedere velocemente a carte e abbonamenti Google Play ed ai controlli per la smart home.
  • Quando le app chiedono l’accesso alla posizione o ad altre informazioni sensibili, puoi adesso scegliere di autorizzare l’app una sola volta.
  • Se non si utilizza un’app per un po’ di tempo, le autorizzazioni vengono ripristinate automaticamente.

Queste sono le novità più interessanti introdotte con Android 11. Se siete curiosi di scoprire quali sono gli smartphone che riceveranno l’aggiornamento, vi consigliamo di dare un’occhiata all’articolo dedicato.