Apple AirTagsGli Apple AirTags non sono stati ancora presentati dal colosso di Cupertino ma da tempo sono oggetto di indiscrezioni e notizie che permettono di conoscere quelle che potrebbero essere le caratteristiche del nuovo dispositivo.

Apple AirTags: a cosa serve il nuovo dispositivo creato dal colosso!

 

Il colosso di Cupertino sembra aver creato degli accessori molto piccoli da applicare su qualunque oggetto per poter conoscerne la posizione in qualsiasi momento. Gli AirTags pensati da Apple si propongono quindi di rendere facile il ritrovamento di oggetti smarriti. 

Nonostante le dimensioni decisamente ridotte, il dispositivo del colosso presenta delle specifiche meritevoli. Sappiamo, infatti, che i nuovi AirTags saranno alimentati da un chip denominato R1 che potrebbe garantire il funzionamento del dispositivo e quindi mantenere attiva la connessione.

Sulla batteria le informazioni fino ad ora emerse sono contrastanti poiché alcune indiscrezioni fanno riferimento alla presenza di una batteria a bottone; altre ritengono che Apple opterà per un dispositivo compatibile con la ricarica wireless. 

Il funzionamento degli AirTags sarà sicuramente supportato da un’app rilasciata da Apple tramite la quale sarà possibile rintracciare l’oggetto sul quale il dispositivo è applicato visualizzandone la posizione, ma non solo. L’app dovrebbe essere in grado di inviare una notifica ogni qualvolta l’oggetto si trovi in una posizione distante rispetto all’iPhone abilitato.

Le informazioni in merito al lancio del nuovo dispositivo sono ancora scarse ma si presume che il colosso abbia intenzione di procedere con la presentazione entro la fine dell’anno. E’ possibile ipotizzare, inoltre, che il costo degli AirTags potrebbe ammonta a circa 40,00 euro.