rimborso bonus mobilità 2020Gli effetti del Bonus Mobilità sono stati confermati con il passaggio del Decreto a Legge Rilancio. Il Governo ha sbloccato quindi una serie di incentivi ufficiali per l’uso dei fondi perduti indirizzati agli sconti del 60% fino a 500 Euro ed ai 1500 Euro che concedono bici Gratis e monopattini top di gamma senza spese. Ecco come fare per avere i voucher e perché, in molti casi, conviene affrettarsi per ottenere tutti i vantaggi.

 

Vantaggi nell’uso dei mezzi ecologici ottenuti con lo sconto

Esiste tutta una serie di importanti vantaggi nell’uso di biciclette a pedalata assistita. scooter elettrici (monopattini), hoverboard e segway. Gli ultimi sono perfetti per qualche breve passeggiata ma per quanto riguarda le eBike ed i monopattini si riportano una serie di vittorie tecniche di grande spessore.

La prima cosa che ci viene in mente è che sostituendo questi mezzi di trasporto all’auto possiamo risparmiare tanti soldi che altrimenti andrebbero a finire nelle casse dello Stato e delle Regioni per il pagamento di assicurazione, bollo auto, revisione, carburante ed altre spese di manutenzione.

Una bici elettrica, infatti, necessita soltanto di una batteria (spesso estraibile) da ricaricare comodamente in casa o in ufficio tramite una presa di corrente. Nella maggioranza dei casi sono garantiti almeno 30 Km di autonomia, più che sufficienti per coprire il tragitto casa-lavoro in tempi brevi, senza traffico e senza ulteriori spese. Lo stesso dicasi per il monopattino che, ad ogni modo, non deve essere sottovalutato considerandolo come un giocattolo.

 

Come avere il bonus

Fatta la precedente doverosa premesse scopriamo che lo Stato finanzia un fondo da 220 milioni di euro entro cui rientrano i bonus rottamazione per l’acquisto di auto ma anche i voucher per la mobilità elettrica. Il Ministero dei Trasporti ha previsto una apposita procedura che richiede:

  • identità digitale SPID
  • prova di acquisto con scontrino parlante o fattura cartacea-elettronica
  • accesso alla nuova piattaforma in via di sviluppo

Con questi tre pre-requisiti è possibile scaricare le spese assicurandosi almeno 500 Euro che nella prima fase vengono concessi a chi compra in negozio oppure online da store italiano o estero purché in regola con le voci previste dalla fatturazione italiana.

Nella seconda fase, plafond pubblico permettendo, sarà data facoltà ai commercianti di applicare direttamente il 40% di prezzo al cliente. Sarà il negoziante, infatti, a svolgere le procedure limitatamente alla sua partecipazione e per tutti i mezzi disponibili a catalogo.

Per quanto riguarda i 1500 Euro si entra nel contesto della rottamazione auto prevista per i veicoli a quattro ruote di classe Euro 3 o inferiori. Liberandosi di questi veicoli inquinanti, infatti, si ottiene il massimo dello sconto azzerando totalmente la spesa per una soluzione aggiornata dalle elevate prestazioni. Possiamo scoprire di più sul bonus attraverso questo video.