WhatsApp: chiusi migliaia di account prima delle vacanze, ecco perché

Visto il gran numero di utenti non si può pretendere un’applicazione come WhatsApp porti solo rose e fiori. Col passare del tempo in molti hanno cominciato a capire determinate problematiche, quasi al pari di tutte le funzioni disponibili.

In poche parole l’app colorata di verde non è fatta solo di feature e soluzioni interessanti, ma anche di pericoli che possono essere reali. Questi consistono nelle truffe e nei vari inganni che attraverso la chat giungono a più persone in pochissimo tempo. Esiste la tecnica delle catene di Sant’Antonio, le quali risultano uno dei metodi di diffusione più efficaci che esistono. Tale aspetto ha certamente condizionato molte persone su WhatsApp, le quali hanno più volte pensato di sfruttare piattaforme alternative. Una decisione del genere servirebbe ovviamente ad evitare i pericoli, soprattutto quando si capisce di non essere ancora avvezzi a tali tipologie di ambienti.

 

WhatsApp, molti utenti hanno scelto di cambiare aria per evitare le tante truffe

Sarà capitato più volte anche a voi di trovare in chat un messaggio molto strano. Questi spesso sono di varia natura e tentano di beccare coloro che magari non hanno ancora esperienza all’interno di WhatsApp. Tutto ciò ha portato tantissime persone a decidere di abbandonare l’applicazione, scegliendo peraltro una sua diretta concorrente.

Stiamo parlando di Telegram, applicazione che cambia nel colore e in qualche funzionalità rispetto a WhatsApp. In questo caso pare che gli utenti si siano trovati molto bene, visto il gran numero di funzioni presente ma soprattutto l’assenza di truffe. Staremo a vedere quale sarà l’evoluzione di questa situazione nelle settimane seguenti.