Eclissi-Lunare-Totale

“Errare è umano”, come è normale confondersi su notizie interessanti come quella che narreremo oggi, d’altronde. L’errore commesso si fonda su una presunta eclissi lunare totale in arrivo per la notte tra il 27 e il 28 luglio del 2020. Difatti non ci sarà alcuna eclissi lunare di sangue, in quanto trattasi semplicemente di una fake news.

Eclissi Lunare Totale: non ci sarà nessuna evoluzione

Ad annunciarlo è il sito specializzato AstroSpace.it, il quale spiega il motivo per cui anche le testate giornalistiche più attendibili hanno riproposto la notizia, scatenando la confusione generale.

Nell’euforia dello spettacolo che la Luna ci ha regalato il 5 luglio, quando si sono verificati eclissi e plenilunio qualcuno deve aver preso un abbaglio e scritto erroneamente che le sorprese del cielo, per questo mese non sono finite”.

E aggiunge: “La vicinanza con l’eclissi solare anulare di fine giugno può aver creato altra confusione”.

L’eclissi totale di Luna Rossa, anche detta “Luna di Sangue“, avviene per via del fenomeno chiamato Rayleigh scattering. Ovvero il momento in cui, durante l’eclissi, la Luna non ricevendo la luce diretta del Sole appare di color ruggine/arancione. Come spiegato dalla NASA, “Il nome Luna di Sangue è talvolta usato anche per una luna che appare rossastra a causa di polvere, fumo o foschia nel cielo. E si intende anche per indicare una delle lune piene che si verificano in autunno quando le foglie diventano rosse”. Ma la notizia risale al 27 luglio del 2018.

La prossima e sicura eclissi lunare totale si potrà vedere nella notte del 26 maggio del 2021, ma per osservarla anche dall’Italia dovremo aspettare il 7 settembre 2025.