Il colosso Google sembrerebbe essersi decisa ad introdurre una nuova funzione sulla propria applicazione Maps. Attualmente la funzione è in fase di test negli Stati Uniti, ma non escludiamo che potrebbe presto coinvolgere gli utenti di tutto il mondo.

La funzione in fase di test è attesa dagli utenti da molti anni, si tratta dei semafori, presenti su Apple Maps dal sistema operativo iOS 13. Scopriamo insieme tutti i dettagli sulla nuova funzione.

 

Google Maps sta testando la funzione semafori negli Stati Uniti

Alcuni utenti della beta hanno infatti iniziato a notare la presenza di piccole icone di semafori in prossimità degli incroci. Nonostante stiamo parlando di una funzione ben lontana dal rilascio ufficiale, sembrerebbe che il colosso di Mountain View abbia iniziato la fase di test su una piccola scala di utenti. Al momento l’unica interazione con l’utente riguarda l’avvicinamento ad uno di essi, che comporta anche un leggero ingrandimento dell’icona nell’interfaccia.

Mancano ancora una serie di opzioni decisamente importanti, come la possibilità di venire notificati di un possibile ingorgo e il calcolo di un itinerario che comprenda il minor numero possibile di semafori. Google dovrà fare dei piccoli aggiustamenti anche a livello grafico per fare in modo di rendere più immediata la lettura di questo tipo di informazioni.

Questo comunque non toglie le buone intenzioni del colosso, speriamo quindi che si possano trasformare presto in realtà, anche in Italia. Come anticipato precedentemente e come confermato anche dalla stessa Google, la funzione è attualmente in fase di test nelle città di New York, San Francisco, Chicago e Los Angeles. Il piano del colosso è quello di aggiungere via via sempre più località